Materie

La professione di ottico rientra tra le “arti ausiliarie delle professioni sanitarie“. Infatti, l’ottico non è una figura medica (ovvero che si appresta a curare i pazienti), in quanto si occupa dei mezzi correttivi dei difetti della vista. Per riuscire in tale intento è necessario disporre di competenze specifiche, che possono essere acquisite solo attraverso un percorso formativo completo, come quello previsto da Nuove Scuole 2.0.

Obiettivi formativi

L’obiettivo del nostro Corso di Studi è quello di garantire la possibilità di acquisire una formazione generale in fisica, soffermandosi in particolare sull’ottica, sulle proprietà ottiche dei materiali e sull’interazione luce/materia. Inoltre, vengono fornite le informazioni necessarie per utilizzare i metodi informatici e matematici e per assimilare conoscenze tecniche specifiche relative ai settori dell’ottica e dell’optometria. Ed, infine viene data massima importanza all’acquisizione di competenze pratiche, soprattutto relative all’impiego di strumentazioni e sistemi ottici, nonché di conoscenze biomediche di base relative all’impiego di strumenti per la misurazione e la correzione dei difetti rifrattivi della vista.

Infatti, l’ottico deve essere in grado di:

  • rapportarsi con la clientela, al fine di capirne le esigenze;
  • usare i computer ed in particolare i software di gestione del magazzino per i prodotti ed i database di gestione clienti;
  • scegliere le lenti più adatte alle esigenze visive della clientela;
  • approntare gli occhiali, con tanto di relativi controlli e riparazioni;
  • individuare le lenti a contatto migliori, applicarle e consigliarne la manutenzione ai clienti.

Ciò vuol dire che tale figura professionale deve conoscere:

  • il linguaggio tecnico del settore;
  • i fondamenti dell’anatomia, dell’istologia e della citologia;
  • le basi della chimica e della fisica;
  • le norme di settore vigenti ed il diritto aziendale e commerciale;
  • l’ottica fisiologica, le ametropie dell’occhio;
  • gli strumenti optometrici e oftalmologici;
  • i tipi di lenti a contatto e le metodologie per la loro applicazion

Contattaci per un preventivo gratuito!

Una consulenza sul tipo di corso più adatto alle tue esigenze!

Piano di studi

Il piano di studi, infatti, è provvisto di numerose materie, tutte essenziali per il raggiungimento delle competenze necessarie per riuscire a superare l’esame di abilitazione professionale, obbligatorio per esercitare tale professione.

Tuttavia, chi è dotato dei requisiti necessari, può conseguire l’abilitazione dell’esercizio della professione di ottico, anche in un anno e senza alcun obbligo di frequenza.

Quadro orario Scuola Online

PIANO DI STUDI DIPLOMA ONLINE OTTICO

Discipline Primo Biennio Secondo Biennio Quinto Anno
Lingua e Letteratura Italiana 4 4 4 4 4
Lingua Inglese 3 3 3 3 3
Storia 2 2 2 2 2
Matematica 4 4 3 3 3
Diritto ed Economia 2 2
Scienze Integrate (Scienze della Terra e Biologia) 2 2
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione Cattolica o Attività alternative 1 1 1 1 1
Scienze Integrate (Fisica) 2 2
Scienze Integrate (Chimica) 2 2
Discipline Sanitarie
(Anatomia, Fisiopatologia Oculare e Igiene)
2 2 2 5 5
Ottica, Ottica applicata 2 2 4 4 4
Esercitazioni di lenti oftalmiche 4 4 5 2
Diritto e pratica commerciale,
Legislazione Socio-Sanitaria
2
Esercitazioni di Optometria 4 4 4
Esercitazioni di Contattologia 2 2 2